domenica 8 novembre 2009

Il non saper ci potrà portare alla morte eterna


Ci sono uomini che vivono un 'intera vita credendo di sapere quanto basti per essere a posto con la propria coscienza e per quanto ancora il futuro eterno, più o meno gli riservi.

Il fatto che credano o no nella sopravvivenza eterna, in uno stato per loro inimmaginabile, non ha molta importanza poichè quando saranno davanti a Dio verrà chiesto loro quanto si sono adoperati per loro stessi circa le componenti del loro essere: corpo-mente-spirito!

Hanno vissuto pensando solo al corpo e per di più solo al loro corpo?
Hanno vissuto tenendo pronta e libera da influenze e da debolezze la loro mente?
Hanno mai pensato, almeno un pò, che nel loro essere poteva esserci qualcosa di più, qualcosa che lo colleghi all'universo ed al suo creatore, per cui con elementi intrinseci di eternità?

Cosa risponderà? Non sapevo, non credevo, non ho mai accettato di credere a simili sciocchezze?

Quanto sarà disastroso questo comportamento per il suo spirito? Solo la misericordia infinita di Dio potrà congiungerlo a sè ed evitargli l'oblio del buio profondo del non sapere le verità eterne!

Nessun commento:

Posta un commento