sabato 7 luglio 2012

Un‘ urgenza


Signore una persona giovane forse ha un cattivo male, cosa posso fare per  lui, per farlo stare bene, per evitare che ciò che ha sia molto grave?
Oltre la preghiera normale per i malati, puoi aumentare i fioretti, le rinunce, l’abbandono a me e le prove della fede, lanciati in imprese che non sembrano alla tua portata. Puoi fare, poi, tutte le cose che ti sembrano di poco conto, eliminare una per una tutte le tue imperfezioni, evitando le ricadute e quelle nuove.

Io vorrei pregare prima per la sua conversione, poi per la sua salute in quanto so che la salute dell’anima guarisce anche il corpo.
·    Hai detto bene figlio mio, fai in tal modo, rimetti tutto nelle mie mani e in quelle dello S. Santo affinché illumini i suoi parenti ad agire bene, i medici a ben interpretare ogni ricerca inerente alla sua malattia al fin di dare il massimo della loro professionalità, in tutta coscienza. Curandolo con amore potranno guarirlo.
Ricordo che questo era il modo di fare il medico di s. Giuseppe Moscati. Gesù aiutami tu, quando sento queste situazioni rimango smarrito nel dispiacere, è perché possono vedere diminuiti i loro giorni di vita con sofferenza e sia perché potrebbero non vivere abbastanza per avvicinarsi bene a te e guadagnarsi la salvezza eterna. La mia mente non riesce a formulare altro se tu non l’aiuti.

·    Lo sto facendo, ma vedo che sei bloccato e non riesci a percepirlo, libera la tua mente, abbandonati allo Spirito Santo! Rifletti bene non stai muovendoti con preghiere e parlandone a chi può aiutarlo? Stai sulla strada buona, come inizio per il momento basta, aspetta gli eventi, continua a pregare per lui e poi appena potrai agire con più dati di fatto in mano lo farai.
Sei sempre preciso e sai farmi vedere con miglior luce le cose che ho davanti, quando mi si oscura la vista. Se non inizio il lavoro non posso comprendere quello che mi dici.

Nessun commento:

Posta un commento