lunedì 16 giugno 2014

Momento di adorazione


Oggi voglio vivere solo di Te, non voglio far nulla che non vede Te al centro, respirare di Te, bere di te, mangiar di Te, essere Tuo, solo Tuo, amor mio, tesoro mio. Voglio provar cosa significa veramente e concretamente, esser nel Tuo cuore misericordioso ed abbandonarmi completamente nelle tue braccia.
  • Si vieni amor mio, non aspettar più, vieni!
Cose inebrianti nello spirito mi farai vivere, mio caro Gesù.
  • Non aspetto altro che donarti le mie grazie d'amore, tesor mio, mio caro, tu non immagini quanto è grande il mio amor per te.
Mio dolce e tenero Gesù attraimi col tuo amore, verso le altezze del paradiso dove Tu sei, fa che anch'io, per il tempo che tu vorrai, possa percepire cosa significa esser veramente con Te.
Gioia del mio cuore, infinito gusto di dolcezza celeste, resta con me, non andar mai più via e non permetter che possa farlo io.
  • Se tu vuoi, potremo esser sempre insieme, tu nel cuore mio, io abbracciato a te per l'eternità.
Grazie, o mio Gesù, carezza il mio viso, metti la tua mano sulla mia spalla destra, fammi sentire la leggerezza del suo palmo. Non farmi sentire più altro bisogno che lo star con te, Signor mio. Mia gioia e dolcezza infinita.
  • Cosa vuoi che io faccia per te? Chiedimi qualcosa.
Sono tante le cose che vorrei chiederti, ma so che tu già le conosci, voglio ora solo limitarmi ad inviarti i miei sospiri d'amore, in modo sempre più intenso.
  • Fallo allora, continua ad amarmi, adorandomi come stai facendo, godi di questi attimi di viva felicità, non ve n'è una più elevata, tutti i santi e gli angeli del paradiso ne godono sempre, in ogni istante, adesso nutriti pure tu di essa, fin quando sarai capace di rimanere unito a me, vedo che i miei insegnamenti stanno facendo il loro effetto, ci hai messo un po' a venir da me in questo modo.
Caro Gesù, scusami dell'attesa, voglio che questi istanti durino quanto più riesco a mantenerli così.
  • Se vuoi puoi allungarli quando vuoi e poi se “cadi”, puoi sempre ritornar da Me, Io ti aspetterò con “ansia”.
    Assorbi bene ogni momento che stai vivendo con Me, tutte le sensazioni che percepisci, son piene delle mie grazie, le sto elargendo apposta per te. Lo so, non è elevata la tua sensibilità per poterle ben apprezzare, ma accontentati di quello che senti, per ora, vedrai che “crescerai” sempre di più accanto a me.
Lo credo, o mio Signore, non affievolire la tua comunicazione, nel momento più bello del nostro incontro d'amore e per quello che dipende da me, sostienimi in quello che mi manca, per renderlo sempre più intenso, pieno e profondo, non lasciare che esso non sia, almeno per questa volta, ”forte” e coloratissimo di sensazioni stupende della tua presenza.

  • Ricordalo sempre, quando tu, più intensamente pensi a me, più intensamente, gioisci adesso e gioirai in futuro della mia presenza.

Nessun commento:

Posta un commento