sabato 14 marzo 2015

La luce che non vediamo



E' latente in me questa richiesta al Signore Iddio:

- Mandaci la luce dello Spirito Santo, poichè senza di essa tutto è inutile, in quanto non comprendiamo quello che leggiamo nelle sacre scritture od ascoltiamo nelle catechesi o nelle omelie della santa messa.
Inoltre non comprendiamo quello che Tu Gesù sussurri al nostro cuore o quello che hai messo in esso da sempre.


  • Bell'argomento possiamo dire che esso è un pò alla base di tutto. Allora parliamone: 
La luce viene concessa come una sorta d'irradiazione della natura onnipotente di Dio ma il coglierla dipende dal grado di apertura che ha ognuno di voi, dal grado di raccoglimento, di pace e di silenzio interiore che possiede e quindi dalla capacità di attenzione che ne deriva.

Ma a volte vedo che si viene colpiti dalla "luce" in un modo tale che va al di là di tutto ciò.

  • In realtà non è così, la spiegazione è che la persona che ne è colpito è già col suo cuore in una fase di avvicinamento al Signore.
Vuoi dire quindi che il coglierla è il frutto di un cammino spirituale della persona?

  • Diciamo che è pressapoco così, ognuno di voi si pone in rapporto con Dio a seconda della fede e della consapevolezza che ha di Lui.

Cosa intendi?

  • Intendo dire che credere in Lui è la porta, aperta la quale, la luce entra in voi.

Quindi più crediamo più vediamo?

  • Si!

Grazie Gesù.

Nessun commento:

Posta un commento