domenica 29 maggio 2016

Il tempo passato con Gesù

Quanto tempo passiamo con Te?
"Non molto, poco direi."

Perchè?
"Perchè lo sprecate a rincorrere tante cose e dimenticate che Io sono accanto a voi e vorrei la vostra attenzione, come la dareste ad uno della famiglia o a chi vi chiede qualcosa."


Povero Gesù mio dimenticato, che tristezza, a pensare che Tu fai tanto per noi.
"Se avessi voluto dar peso a tale comportamento sareste messi male, ma il mio amore copre e giustifica tutto, eccetto ogni cosa vi allontani dall’amore (peccato)."


Non so che dire, comprendo che trascorriamo tanto tempo nelle vicende quotidiane e poco ci ricordiamo di Te in esse.
"Dovreste tenermi sempre al primo posto della vostra attenzione."


Cosa vuoi dire?
"Intendo dire che per ogni cosa che dovete fare (pensare, decidere, agire) dovete rivolgere l’attenzione a Me e chiedermi col vostro cuore, con la vostra anima, cosa Io voglio che voi facciate."


E’ il ricordo di Te che stenta spesso a venire, cioè il considerarti presente come coloro che vediamo con i nostri occhi fisici.
"Questo dipende dalla vostra scarsa capacità di vedermi, percepirmi col vostro cuore ed al centro di esso con la vostra anima."


Come possiamo incrementare questa capacità?
"Con colloqui frequenti con Me come quelli che intrattieni tu con Me."


Nonostante essi, la mia facoltà di percepirti è statica anzi a volte sembra quasi che regredisca, comunque quando vorrei sentirti mi pare di non riuscire a sentirti.
"E’ perchè non mi chiami nel modo giusto."


Cosa vuoi dire, come dovrei chiamarti?
"Come chiameresti la persona a cui vuoi più bene e che vedi vicino a te pronta ad aiutarti per ogni esigenza."

Vuoi dire che ti debbo chiamare col cuore innamorato e certo che sei vicino a me?
"Si, hai detto giusto."

1 commento:

  1. Mi piacerebbe buttarmi tra le sue braccia,parlargli,ma ho bisogno di sentire delle risposte per sentirmi confortare purtroppo non le sento....

    RispondiElimina